+39 340 872 2089 info@angelicacoda.com

Che contributo può dare un’interprete professionista ai progetti di sviluppo di un’azienda? In questo case study racconto la mia esperienza con Diaco, un’impresa che opera nel settore farmaceutico, uno dei miei ambiti di specializzazione.

IL CLIENTE

Diaco Biofarmaceutici è un’Azienda di Trieste che produce farmaci infusionali sterili, medical device e cosmetici di alto livello, lo stabilimento produttivo è attivo d··agli anni ’70 e i suoi prodotti sono presenti in diversi Paesi, grazie alla partnership con il gruppo multinazionale Yuria-Pharm.

LA SITUAZIONE

Nel 2016 l’azienda era impegnata in un rinnovamento profondo del proprio reparto produttivo. Parte della progettazione e del montaggio di nuovi impianti, dell’ammodernamento di quelli esistenti e della realizzazione di un sistema di automazione erano state affidate a una ditta ucraina. Nello stabilimento lavoravano perciò ingegneri e operai specializzati russofoni, che avevano bisogno di comunicare con rapidità ed efficacia con il personale italiano. Come interprete, questo era il mio compito.

L’interpretazione era necessaria in diverse situazioni: le riunioni con la Dirigenza e i Responsabili di Dipartimento, la comunicazione con il personale dell’Ufficio tecnico e della Produzione, la formazione per l’uso dei nuovi impianti, gli incontri con i fornitori e con i clienti. Il contenuto delle discussioni era altamente tecnico e richiedeva familiarità con gli argomenti e la terminologia farmaceutica e ingegneristica, oltre che con la specifica situazione aziendale. I ritmi di lavoro del cantiere potevano essere serrati e imprevedibili: era necessario reagire con prontezza all’evolversi degli eventi, oltre che assicurare la comunicazione anche in ambienti rumorosi con macchinari in funzione. Inoltre, la precisione e la tempestività della traduzione erano fattori chiave non solo per far procedere i lavori, ma anche per garantire la sicurezza del personale coinvolto.

IL METODO DI LAVORO

Prima dell’inizio del progetto ho fatto ricerche sul cliente e approfondito la terminologia relativa sia agli impianti presenti nello stabilimento che ai prodotti dell’azienda. Ho poi continuato ad accrescere queste conoscenze nel corso del progetto stesso, durato diversi mesi, arricchendole con una sempre maggiore consapevolezza della struttura aziendale, delle responsabilità e delle priorità dei vari Dipartimenti e del gergo specifico di ognuno di essi. Inoltre, ho sempre tenuto a mente anche i diversi contesti culturali di riferimento, adattando lessico e registro a ogni concreta situazione ed esplicitando, quando necessario, gli elementi critici che potevano influire sulla comprensione reciproca. Nelle situazioni che presentavano fattori di disturbo (come un ambiente rumoroso) o di rischio per la sicurezza (ad esempio, i lavori sui macchinari) mi sono fatta carico non solo di trasmettere fedelmente quanto detto, ma anche di verificarne la comprensione.

I RISULTATI

Grazie a traduzioni precise, rapide e terminologicamente corrette e alla costante collaborazione con il cliente, le persone coinvolte nel progetto sono riuscite a comprendersi a vicenda e quindi a coordinare efficacemente il proprio lavoro per raggiungere lo scopo prefissato: il completamento e la messa in funzione dei nuovi impianti.

TESTIMONIANZA DEL CLIENTE

Angelica si è rivelata una collaboratrice preziosa per l’attività di rinnovamento del nostro plant triestino.

La nostra esigenza era trovare una risorsa che potesse tradurre ed interpretare contenuti altamente tecnici, spesso specifici del mondo farmaceutico, e che mantenesse il passo con un’attività non facilmente prevedibile a livello di tempistiche. La ditta esterna, dal canto suo, aveva necessità di una figura che interpretasse in modo rapido e preciso.

Angelica ha dimostrato notevoli capacità di interpretariato, profonda conoscenza di terminologia tecnica e affidabilità nei confronti delle nostre richieste e di quelle della ditta che lavorava all’interno del nostro plant. Si è dimostrata dinamica, stando in produzione al fianco della ditta esterna e dei nostri dipendenti (management, manutentori, operatori farmaceutici specializzati, impiegati tecnici). Si è inoltre distinta per la sua flessibilità, considerato che alcune attività non erano preventivamente organizzabili.

La collaborazione è durata diverso tempo e ancora oggi rappresenta per noi punto di riferimento per esigenze di interpretariato.